Home » Recensioni » Xiaomi Redmi Note 10 5g in offerta: recensione e caratteristiche

Xiaomi Redmi Note 10 5g in offerta: recensione e caratteristiche

Xiaomi ha iniziato ad imporsi in primo luogo sul mercato locale, brand che poi è divenuto conosciuto anche presso numerosi appassionati e “smanettoni” vari che hanno iniziato ad acquistarne i dispositivi grazie ad internet, prima dell’arrivo del brand cinese anche in Occidente. Nel contempo negli ultimi anni ha diversificato parecchio la propria gamma, provando a mantenere sempre prezzi competitivi, come evidenziato anche da un modello che ha avuto successo e continua ad averlo a distanza di qualche anno come lo Xiaomi Redmi Note 10 5G oggi proposto ad un costo decisamente vantaggioso.

Xiaomi Redmi Note 10 5g: dimensioni e contenuto

Uscito nel 2021, resta un modello ancora moderno per gli standard attuali, e “giusto” nelle dimensioni. Costruzione in plastica ma di buona qualità, è grande 160.5 x 74.5 per 8.3 mm, per circa 179 grammi di peso. Una buona sensazione di solidità mista ad una qualità costruttiva adeguata. Nella scatola è presente nache il caricabatterie da 33 watt.

Xiaomi Redmi Note 10 5g: display

Ottimo AMOLED per il costo anche originale di questo smartphone che era orientativamente portato ad avere un costo maggiore: il pannello è 6.43” FHD+ ed ha una densità superiore di poco a 400 PPI e gode già in principio della certificazione Full HD ed HDR10.

Xiaomi Redmi Note 10 5g: connettività

Ovviamente c’è il 5G ma è giusto menzionare la mancanza del chip NFC per i pagamenti. Però c’è il jack cuffie, Bluetooth 5.1 ed in generale il Wi-Fi si comporta bene. Da menzionare la presenza in termini di spazio di 2 sim più lo spazio per la SD.

Xiaomi Redmi Note 10 5g: processore e potenza

Snapdragon 678 e GPU Adreno 618, un mix ancora oggi più che sufficiente per far girare quasi tutto senza particolari problemi. Il processore si comporta bene, ma la qualità delle ram che è solo 2.2 lo porta un po’ a soffrire di lag. Comunque l’uso tradizionale è più che buono. Consigliabile optare per il taglio di memoria 4/128.

Camere

4 fotocamere nella parte esterna, la prima 48MP, la seconda ultra-wide da 8MP le altre sono le macro ed il sensore di prossimità. Buoni i selfie di quella interna. Complessivamente “tiene botta” ancora oggi e va bene per gli scatti social. Stabilizzazione non perfetta per i video.

Autonomia

Il caricabatterie da 33 Watt permette di avere cariche agevoli ed in meno di un’ora il telefono è al 100 %. La batteria da 5000 mAh mantiene bene ed è difficile arrivare a sera con la batteria davvero scarica.

Conclusioni

Se siamo alla ricerca di un dispositivo sotto i 140 euro che però mantiene un AMOLED come schermo, sicuramente è da prendere in considerazione.

contenuto a cura di luca macaluso

Lascia un commento